Minneriya, l’incontro con gli elefanti

Senza dubbio questo è stato il momento più emozionante di tutto il viaggio. Abbiamo visto gli elefanti per la prima volta nella nostra vita e per di più liberi nel loro habitat naturale. Dopo tante rovine imperiali, eravamo impazienti di fare qualcosa di più prettamente naturalistico. Dopo mezz’oretta in macchina da Polonnaruwa siamo arrivati al parco nazionale di Minneriya, con lo scopo preciso di avvistare gli elefanti. La possibilità di avvistare gli elefanti in questo parco si deve soprattutto al fatto che uno dei re dell’isola, che regnò nel II-III secolo d.C., creò qui un bacino artificiale che serviva come deposito d’acqua. Questo fa sì che soprattutto nella stagione secca (agosto è un mese perfetto) gli elefanti si radunino qui per abbeverarsi e ripararsi dal calore.

I nostri amici avevano contrattato una guida locale che ci avrebbe portato su una jeep attraverso tutto il parco per farci incontrare con gli elefanti, tra gli animali più maestosi che esistano in natura. Per aggirare il problema di sovraffollamento di jeep nel parco, potete prendere in considerazione partire nelle ore più calde del giorno, in fondo per un’esperienza del genere un pò di caldo in più si sopporta volentieri! Noi siamo partiti verso mezzogiorno e abbiamo incontrato solo un’altra jeep lungo il cammino, mentre al ritorno il parcheggio era strapieno di jeep.

La prima parte del percorso attraversa una foresta molto intricata e fitta, dove gli animali trovano riparo nelle ore più calde del giorno ma ben presto siamo sbucati all’aperto lungo le rive del bacino, dove abbiamo visto uccelli di ogni forma e dimensione abbeverarsi alla fonte d’acqua. Ma dov’erano gli elefanti?Per un attimo abbiamo avuto paura di non vederne neanche uno, ma la nostra simpaticissima guida ci ha distratto con quiz e indovinelli sugli elefanti e quasi senza accorgercene abbiamo avvistato la prima famiglia. Che meraviglia, non stavamo nella pelle dall’emozione! Ci siamo avvicinati mantenendo la debita distanza per non disturbarli quand’ecco che abbiamo visto arrivare un altro gruppo. La macchina di Fran ha iniziato a scattare all’impazzata foto in ogni angolazione possibile per non perderci neanche un secondo, mentre io mi arrangiavo con il mio modesto cellulare. Abbiamo tentato di avvicinarci ancora, quand’ecco che un elefante infastidito si è messo a correre per farci andare via. Non bisogna sottovalutare gli elefanti, nonostante la loro stazza, corrono veramente veloci, e quindi ci siamo allontanati a tutta velocità. In tutto l’inseguimento è durato una manciata di secondi ma vi assicuro che ho avuto più di un brivido lungo la schiena e mi sono spaventata parecchio!

Per fortuna le sorprese non erano finite: ci siamo piazzati in un altra parte del parco dove c’erano alcuni gruppi di famiglie che mangiavano l’erba placidamente e lì abbiamo visto i cuccioli. Se vedere gli elefanti è stato fantastico, vedere i cuccioli lo è stato ancora di più: erano tenerissimi! Siamo stati fortunati: man mano che ci avvicinavamo sempre più elefanti uscivano dalla foresta per mangiare l’erba e alla fine ci trovavamo completamente circondati da 30-40 esemplari, che sembravano assolutamente indifferenti al fatto che 5 umani su una jeep fossero in mezzo a loro. Memore dell’altro incidente non ero tranquilissima, ma allo stesso tempo mi pervadeva l’emozione e la consapevolezza che probabilmente questa era un’esperienza unica nella vita e che dovevo goderne il più possibile.

E’ stato veramente a fatica che ci siamo staccati per tornare alla realtà, un ultimo giro intorno al lago artificiale per ammirarne il riverbero e il lucicchio del sole sulle sue placide acque ed era giunta l’ora di tornare. L’ingresso al parco costa 15 dollari a testa ed è aperto tutti i giorni dalle 6 alle 18, l’escursione ci è costata all’incirca 50 dollari in totale (vale ogni centesimo speso, credetemi!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: