GIAPPONE PATRIMONIO UNESCO

Visitare Nara in un giorno

Un grande parco dove pascolano liberi i cervi. Un tempio che contiene la statua di bronzo più grande al mondo. Il profumino irresistibile che si sprigiona dalle bancarelle di street food locale vicino al tempio. Perdersi tra le pagode del tempio Kofuku-ji. Visitare il santuario shintoista di Kasuga Taisha: queste sono solo alcune delle ragioni per visitare Nara, l’antica capitale del Giappone.

Facilmente raggiungibile in poco tempo da Kyoto, è una gita ideale da realizzare in giornata. Una buona idea potrebbe essere abbinare la visita alla città con il tempio di Fushimi Inari di Kyoto, come abbiamo fatto noi. Il tempio si trova infatti a pochissima distanza dalla stazione dei treni, sulla linea che collega le due città.

Patrimonio dell’Umanità

Nara patrimonio dell'Umanità

Nel 1998 fu presentata ed approvata la candidatura di “monumenti storici di Nara” come patrimonio UNESCO. L’area protetta comprende il sito archeologico del palazzo imperiale, 5 templi buddhisti tra i quali il Todai-ji, un santuario shintoista e un paesaggio culturale (la foresta di Kasugayama). Le ragioni dietro a questa decisione sono le seguenti:

Nara fu la capitale del Giappone dal 710 al 784, epoca nella quale la consolidazione della struttura del governo nazionale diede alla città una grande prosperità, facendola diventare il centro della cultura giapponese. I suoi templi buddhisti e santuari shintoisti, così come i resti del palazzo imperiale restituiscono una vivida immagine della capitale del Giappone nel VIII secolo, un periodo di grandi cambiamenti politici e culturali.

Fonte UNESCO

Vediamo quindi quali sono i punti da non perdersi in una visita di un giorno a Nara:

PARCO DI NARA (NARA-KOEN)

Il parco cittadino è il più esteso del Giappone. I suoi 500 ettari custodiscono i monumenti più importanti di Nara, tra i quali il tempio buddhista di Todai-ji. Ma la vera ragione che attrae la maggior parte dei visitatori è la presenza di 1.500 cervi domestici che circolano liberi all’interno del parco. Ritenuti messaggeri divini dalla religione shintoista, vagano da secoli liberi all’interno del parco. Sono molto docili e abituati alla presenza umana: è bellissimo passeggiare tra di loro! Se volete dare loro da mangiare, varie bancarelle di street food vendono le shika sembei (gallette per cervi). Ne vanno estremamente ghiotti! Si lasciano avvicinare abbastanza frequentemente per essere accarezzati, prestate attenzione però se avete del cibo con voi. Quasi sicuramente cercheranno di sottrarvelo senza esitazione.

cervo in posa a Nara

IL TEMPIO TODAI-JI

Questo tempio detiene ben due primati: si tratta dell’edificio in legno più grande al mondo e ospita al suo interno la statua di bronzo più grande al mondo, il Buddha Daibutsu. Capirete bene che con queste premesse è uno dei templi più conosciuti e visitati di tutto il Giappone! La costruzione del tempio risale al 752, anche se venne arso dalle fiamme nel 1185 e ricostruito posteriormente. L’imperatore Shomu voleva costruire un tempio che fosse in grado di ospitare un’enorme statua del Buddha Vairocana (rappresenta tutti gli aspetti della divinità). L’effetto visivo appena si entra all’interno del tempio è impressionante: l’enorme statua cattura subito l’attenzione.

Daibutsu Buddha di Nara, tempio Todai-ji

Vi consiglio di girare lentamente intorno alla statua per ammirarla da tutte le angolature possibili. Il Buddha pesa 550 tonnellate ed è alto ben 16 metri: incute timore e rispetto! Anche la Sala del Grande Buddha pensata per contenerlo fa la sua bella figura. Come spesso accade in Giappone, è stata danneggiata e rimaneggiata diverse volte: l’ultima ricostruzione risale al 1708. Ospita al suo interno, oltre al Daibutsu, le statue delle Kannon e dei guardiani celesti. Volete provare una scorciatoia per arrivare all’Illuminazione? Uno dei pilastri vicino alla statua ha un foro molto piccolo alla sua base. Si dice che chi riesce a passarci dentro, avrà la strada spianata per arrivare all’Illuminazione. Abbiamo visto varie persone cimentarsi nell’impresa durante la nostra visita: i bambini erano ovviamente molto più avvantaggiati rispetto a tutti gli altri!

uno dei guardiani celesti, tempio di Todai-ji Nara

IL SANTUARIO DI KASUGA TAISHA

lanterne di pietra, santuario di Kasuga Taisha

Si trova anch’esso all’interno del parco di Nara e venne fondato nel 768 dal sovrano dell’epoca che desiderava erigere un santuario per la sua famiglia. I suoi quattro edifici principali sono dedicati a guerrieri leggendari e ai venerati antenati della famiglia del sovrano, Fujiwara. Le sue forme architettoniche e i colori, rosso vermiglio e bianco, sono stati ripresi in molti altri santuari sparsi in tutto il paese. La particolarità di questo santuario è che per accedervi bisogna passare lungo una via costeggiata da oltre 2.000 lanterne di pietra. Altre 1.000 lanterne sono appese agli edifici vicini al santuario. L’effetto visivo è veramente suggestivo: una vera delizia per gli occhi!

Questi sono i monumenti principali che abbiamo visitato in un giorno a Nara: una bellissima gita che si può programmare tranquillamente in giornata da Kyoto. Voi siete mai stati a Nara? Avete altri templi o monumenti da suggerire? Fatemelo sapere nei commenti!

Potrebbe piacerti...

Se ti è piaciuto l'articolo, lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.